Atlante Partecipazione

Guarda la mappa di tutte le iniziative di partecipazione attiva che abbiamo censito

Atlante Partecipazione

Con l’obiettivo di elaborare e sperimentare nuovi strumenti conoscitivi e analitici che siano in grado di restituire ai decisori, agli operatori e alla società civile un quadro organico ed esaustivo del sistema integrato delle politiche sociali in Sardegna, è nata l’idea di costituire l’Atlante delle buone prassi partecipative ad opera delle Pubbliche Amministrazioni di tutta la Regione Sardegna.

L’obiettivo dell’Associazione è stato così quello di creare un rapporto di sintesi delle esperienze di tipo partecipato (filosofie, politiche e pratiche) che le varie Amministrazioni locali sarde, siano esse di tipo singolo o aggregate (Comuni, PLUS, GAL, Unioni di Comuni, etc.), pongono in essere.

Questo ha portato alla realizzazione di un database delle pratiche più partecipative. La ricerca ha riguardato i progetti avviati negli ultimi 5 anni esplorando le tipologie utilizzate e le condizioni di riferimento. L’esplorazione territoriale dei Comuni della Sardegna è stata possibile grazie al lavoro delle “antenne territoriali” ovvero studenti, cittadini, operatori del sociale, rappresentanti di istituzioni e organizzazioni del terzo settore che hanno compiuto un lavoro di ricognizione e censimento sul tema. La scelta dei rilevatori è stata possibile in virtù del collegamento che l’Associazione IntHum ha con il territorio anche attraverso la rete dei partner che hanno afferito al progetto e grazie ai quali è stato possibile garantire una copertura su tutto il territorio regionale. Le antenne selezionate, per le quali
è l’Associazione IntHum ha organizzato 2 giornate di formazione tra aprile e maggio 2015 sui temi della partecipazione e della ricerca sociale, sono state in tutto 10 suddivise nel territorio sardo secondo le seguenti modalità: 3 per la provincia di Sassari, 3 per la provincia di Cagliari, 2 per la provincia di Nuoro, 2 per la provincia di Oristano.

Gli incontri di formazione sono serviti a chiarire che la “partecipazione” oggetto dell’attività di censimento, doveva essere intesa come partecipazione attiva dei cittadini (o delle loro forme organizzate) alle iniziative promosse dall’ente locale nelle varie fasi della pianificazione, programmazione progettazione e azione.
A ciò si affianca il lavoro di elaborazione ed interpretazione dei dati di contesto che fa da corollario alle informazioni provenienti appunto dalla ricerca sul campo e dalle rilevazioni compiute nei territori.

Clicca sull’icona barra_laterale per visualizzare le categorie e orientarti meglio nella ricerca.